Mi chiamo Renato e sono sempre stato eterosessuale, ho 30 anni e di corporatura sono un tipo comune, tenuto bene grazie alla palestra ma non tanto muscoloso, alto 1.80 per 70 chili. Moro, occhi verdi.
Uno dei miei passatempi migliori sono le chat, mi piace conoscere tanta gente (specialmente ragazze) e spesso si riesce ad organizzare incontri che poi finiscono molto bene! :)

Una sera in chat conosco Elena, con lei mi trovo benissimo a chattare ed andiamo avanti un paio di settimane parlandoci quasi ogni giorno fin che non scopriamo di essere della stessa città e dunque organizziamo subito un incontro!
Ci diamo appuntamento in un piano bar della città, un posto con bella musica che però non è troppo alta ai tavoli e perciò si riesce a sentirci senza dover urlare.
Alle 21 come d’accordo, entro e lei è la, la riconosco subito, alta 1.70, mora, capelli lunghi a metà schiena ed occhi azzurri… Il seno è sicuramente una quarta misura ed il culo è stupendo… è fantastica!

Ci presentiamo e prendiamo assieme un aperitivo iniziando a conoscerci meglio, parlando del più e del meno. La serata volgeva bene e decidemmo di andare a fare una passeggiata, qui vicino c’è un bel parco.
La bellezza di questa ragazza mi bloccava un po’ ma dopo un po’ che camminiamo e parliamo mi faccio coraggio ed inizio a baciarla. Un bacio molto lungo ed appassionato…

Dopo un po’ di baci l’eccitazione sale e lei mi chiede se mi va di andare da lei che abita li vicino. Non mi faccio pregare e ci avviamo subito verso casa sua.
Arrivati mi offrì subito da bere e dopo un po’ l’alcol iniziò a fare effetto, ci continuavamo a baciare e le mie mani erano arrivate a quelle stupende tette, lei mi mise una mano sul pacco e lo trovò duro di marmo. Si alzò e mi portò in camera sua, mi fa stendere sul letto e mi dice “adesso ci penso io a te, rilassati”.
Iniziò a slacciarmi i pantaloni, me li sfilò e fece subito volar via anche le mutante, io ero sdraiato con il palo all’insù in attesa… un’attesa che durò pochissimo, in un attimo me lo ritrovai dentro la sua bocca, era fantastica, un trattamento stupendo!

La faccio alzare e le tolgo la maglietta, sotto aveva uno splendido reggiseno in pizzo nero che sorreggeva perfettamente quelle stupende tette, glielo tolsi e mi resi conto che le sue tette non avevano paura della gravità, erano belle sode e con due capezzoli enormi.
Iniziai a leccarle le tette ed a succhiargli i capezzoli, stava andando in estasi. Dopo un po’ scegli giù leccandola fino all’ombelico, le sfilai i pantaloni e le mutande e… cazzo! Si proprio quello, mi trovai di fronte un cazzo che, anche se ancora a riposo, era di grandi dimensioni!
La mia eccitazione in quel momento era tale che presi a menarglielo e ben presto raggiunse dimensioni ben notevoli. Non capivo più nulla e dopo un po’ provai a succhiarlo, le stavo facendo un pompino!

Dopo un po’ lei mi alzo e ci mettemmo a 69. Era incredibile, non avevo mai avuto rapporti con l’altro sesso ma la situazione era talmente intrigante ed eccitante che volli proseguire.

Dopo un po’ mi fece girare con la pancia all’ingiù ed iniziò a leccarmi l’ano. Capii subito le sue intenzioni ma quel trattamento con la lingua era bellissimo e mi eccitò ancor di più. Ad un certo punto si spostò e sentii che puntava il suo cazzo sul mio culo. Inizialmente faceva un po’ male ma dopo poco iniziò a piacermi molto. Dopo un po’ venne e cambiammo posizione, questa volta toccava a me penetrarla.

La serata finì così, devo dire che l’incontro con Elena mi piacque molto anche se da quella volta non mi è più capitato di avere relazioni con trans.